Mangostano

Il mangostano (Garcinia mangostana L.) è una pianta sempreverde tropicale appartenente alla famiglia delle Guttifere, originaria delle Isole della Sonda e dell’Arcipelago delle Molucche. L’albero cresce fino a un’altezza massima compresa fra 7 e 25 metri, e ha una corteccia marrone scuro tendente al nero.


Il frutto, commestibile, formato da 4-8 lobi edibili, dal vago sapore di pesca, è di forma tondeggiante, con un diametro di circa 5-7cm, assume un colore viola profondo quando giunto a maturazione.



La membrana sottostante la buccia del mangostano comprende tutt’ una serie di Acidi polifenolici tra i quali il Tannino e lo Xanthone: tali sostanze assicurano una certa astringenza che protegge il tessuto vegetale da infezioni virali, batteriche e fungine, nonchè dall’infestazione da parte di insetti.

Il Mangostano, da secoli presente nelle Medicina Etnica tradizionale dei luoghi di origine dell’albero, è stato impiegato soprattutto per le sue proprietà antimicrobiche nella cura di ferite e ulcere cutanee e diarrea.


La Garcinia mangostana, in virtù del suo elevatissimo tenore di antiossidanti, è un frutto esotico molto usato nelle pratiche terapeutiche delle medicine orientali, da sempre orientate verso la prevenzione delle patologie oltre che alla loro cura.


Appare superfluo sottolineare l’importanza che gli antiossidanti rivestono nella società attuale, particolarmente incline a dannose abitudini, come per esempio quella del fumo.

Ma che cos’è un antiossidante?

In estrema sintesi, gli antiossidanti sono molecole capaci di fornire un elettrone ad un radicale libero convertendolo in una molecola innocua.
Essi sono in grado di isolare il radicale libero e proteggere la cellula dal danno ossidativo generalmente provocato dall’età e dalle malattie sia a livello delle membrane che dei vasi sanguigni. In questo modo si agevola il flusso di sangue dal cuore al cervello, diminuendo il rischio di patologie come ad esempio la demenza senile, malattie cardiovascolari e l’Alzheimer.

La potente attività antiossidante va a braccetto con le proprietà antinfiammatorie della pianta in quanto riduce gli effetti delle citochine liberate dai tessuti infiammati.

Oltre a ridurre l’infiammazione, il Mangostano è anche un potente antiallergico, dato che possiede la capacità di ridurre drasticamente il rilascio di Istamina.

Per completare il quadro di composizione delle Garcinia mangostana si riporta altresì la presenza di classi di utilissime sostanze quali le Catechine e i Polifenoli, Potassio, Calcio, Fosforo, Ferro, Vitamina B1, B2, B6, e vitamina C.




Leave a comment