Risultati immagini per cannella

La cannella è una spezia con spiccate proprietà terapeutiche, molti dei suoi benefici sulla salute sono confermati dalla ricerca scientifica, vediamo quali sono


Le piante della cannella da cui si ricava la preziosa spezia sono 2. Entrambe sempreverdi ed appartenenti alla famiglia delle Lauracee: la Cinnamomum zeylanicun e la Cinnamomum cassia. La prima è chiamata anche Cannella regina, è originaria dello Sri Lanka ed è la più pregiata. La seconda è detta anche Cannella della Cina, come suggerisce il nome stesso la Cina è il suo paese d’origine ed è la meno pregiata.

Complessivamente, nel genere cannella sono state identificate circa 250 specie con alberi sparsi in tutte le parti del il mondo.

La cannella, al contrario di altre spezie che vengono ricavate da foglie e fiori delle piante, si ricava direttamente dai rami o dai piccoli fusti dell’albero. Infatti si utilizza esclusivamente la parte interna della corteccia.

Le parti di corteccia, una volta tagliate, vengono essiccate. Durante l’essiccazione si elimina la parte esterna in eccedenza fino ad ottenere il classico aspetto a tubo che ben conosciamo.

Risultati immagini per cannella

La qualità  della cannella dipende esclusivamente dall’età dei rami da cui si ricava. Un’età più giovane corrisponde ad una migliore qualità.

La cannella viene utilizzata principalmente nelle industrie degli aromi e delle essenze grazie alla sua fragranza ed alle sue proprietà organolettiche. La spezia può essere incorporata facilmente in diverse varietà di prodotti alimentari, profumi e medicinali

La cannella è stata usata per secoli a scopo terapeutico nella medicina popolare di tutto il mondo. Grazie ai suoi benefici, molti dei quali riconosciuti dalla scienza, la spezia ancora oggi è usata in molti paesi a scopo terapeutico.

Secondo gli studi dell’Università di Hong Kong in Cina, la spezia occupa i primi posti tra quelle con il più alto contenuto di antiossidanti.

Gli studi suggeriscono che che questo vegetale ha un potenziale molto alto in termini di proprietà terapeutiche. La sua attività infatti spazia dalla prevenzione delle malattie cardiache e dei tumori e dal diabete agli effetti antimicrobici.

costituenti più importanti della cannella sono il Cinnamaldeide ed il trans – cinnamaldehyde. Questi  sono presenti nell’olio essenziale e contribuiscono alla fragranza e alle varie attività biologici osservati nella spezia.

La spezia è costituita da una varietà di composti resinosi, tra cui cinnamaldeide, cinnamato, acido cinnamico e numerosi oli essenziali.

Con l’invecchiamento si scurisce e migliora le proprietà composti resinosi

Antisettico Naturale

È un antisettico naturale in grado di combattere ed eliminare funghi, virus e batteri. Per questo motivo negli ultimi anni si trovano in commercio dentifrici, collutori e prodotti del genere a base di questa preziosa spezia.

Diabete

La cannella aiuta a ridurre la percentuale di zuccheri nel sangue. Questo è quanto emerso da recenti studi i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of American College of Nutrition. (11)

Il suo consumo interferisce con diversi enzimi digestivi. Questo fa si che venga rallentata la digestione dei carboidrati nel tratto digestivo. (12, 13)

Un’altra sua proprietà è quella di contenere un composto che agisce imitando l’insulina. Questo è quanto suggerito da alcuni studi, uno del 2001 e l’altro del 1998. Questo fa si che venga migliorato l’assorbimento degli zuccheri a livello cellulare.

Infine ci sono studi che testimoniano l’efficacia di questa spezia nei confronti del diabete. Tali studi dimostrano che la sua regolare assunzione può ridurre gli zuccheri nel sangue in percentuali che vanno dal 10 al 29 %.

Altri studi confermano che la cannella non solo riduce i livelli di glucosio ma anche quelli del colesterolo. Secondo uno studio americano la cannella potenzia l’effetto dell’insulina 20 volte meglio delle altre spezie.

Uno studio condotto in Germania ha invece dimostrato come la cannella sia in possesso di proprietà aggressive nei confronti del fungo Candida albicans e del batterio chiamato Escherichia coli. Entrambi sono responsabili di infezioni alle vie urinarie. È antisettica per le vie respiratorie ed apporta benefici in caso di raffreddore ed alitosi.

In qualità di antibatterico la cannella riduce i problemi legati alla digestione, in particolar modo il gonfiore. Uccide i batteri ed elimina le infezioni del tratto gastrointestinale facilitando il lavoro dei succhi gastrici.

Tumori

Uno studio americano suggerisce che la cannella potrebbe essere potenzialmente utilizzata nella prevenzione dei tumori.

Studi condotti in sud Corea sostengono che grazie alle sue proprietà antiossidanti, la cannella protegge dalla mutazione cellulare e dalla crescita tumorale. Secondo lo studio tali benefici deriverebbero da un composto chiamato cinnamaldeide che è in grado di prevenire il danno al DNA e di inibire la crescita cellulare inducendo la morte per apoptosi delle cellule tumorali.

Sclerosi Multipla

Al Rush University Medical Center invece i ricercatori sostengono che le proprietà della cannella possono bloccare il processo degenerativo della sclerosi multipla. In questo modo si potrebbe evitare ai pazienti di assumere medicinale costosi e pericolosi per gli effetti collaterali. Si attendono però conferme su questa sua applicazione.

Alzheimer

Uno studio condotto all’Università di Tel Aviv invece sostiene che ha proprietà utili a curare la malattia di Alzheimer. Due composti trovati nella spezia sembrano inibire l’accumulo di una proteina chiamata tau nel cervello. Questo è infatti uno dei segnali tipici dell’Alzheimer.

Leave a comment